Perchè la pipì del cane brucia il prato? Come evitarlo?
16022
post-template-default,single,single-post,postid-16022,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Perché la pipì del cane brucia l’erba? Come evitarlo?

Urina del cane Dog Rocks

Perché la pipì del cane brucia l’erba? Come evitarlo?

Negli ultimi anni tra gli accessori per cani troviamo sempre più frequentemente le Dog Rocks o altre pietre che aggiunte nella ciotola dell’acqua eviterebbero le bruciature del prato causate dalla pipì del cane.

Si parla di “sostanze naturali” che sinceramente non dice molto. In fin dei conti anche la cipolla è naturale ma sappiamo bene che per i cani e i gatti le cipolle sono tossiche quindi c’è poco da rilassarsi all’affermazione “prodotto naturale”.

Quindi ho deciso di approfondire l’argomento per capire:

  1. Perché l’urina del cane brucia le piante?
  2. Le Dog Rocks possono essere nocive per i nostri cani?
  3. Le Dog Rocks funzionano davvero? È possibile evitare la bruciatura del prato causata dall’urina del cane?

Perché la pipì del cane brucia le piante?

Fino agli anni ’80 si pensava che la causa della nocività della pipì del cane per le piante dipendesse dal Ph.  Il Ph è il fattore che indica l’acidità o l’alcalinità di una sostanza e si misura su una scala da 0 a 14 dove 7 indica la neutralità. L’urina del cane dovrebbe avere un ph che va da da 5,5 a 7.0, quindi si tratta di una sostanza acida. Ad ogni modo dagli anni 80 sappiamo che la causa delle bruciature di prati, erba e piante attraverso la pipì dei cani non dipende dal ph ma da una concentrazione eccessiva di nitrati.

I nitrati sono composti inorganici contenenti azoto, presenti principalmente in natura sotto forma di sali dell’acido nitrico che rivestono una grande importanza sia per le piante che per l’uomo e gli animali, in quanto favoriscono la crescita delle cellule.  Sono quindi fondamentali per il mantenimento degli ecosistemi naturali. Vengono usati come fertilizzanti e anche come conservanti per il cibo (sì, anche nei mangimi per cani). A basse concentrazioni fanno bene alle piante che usano l’azoto per trasformarlo in proteine ma in alte concentrazioni sono dannose e lo vediamo bene nei giardini, soprattutto se abbiamo cani femmine che solitamente quando urinano vuotano la vescica nello stesso posto. Per minimizzare l’effetto la cosa migliore sarebbe diluire i nitrati annaffiando abbondantemente il prato/la pianta dopo che il cane ha fatto la pipì.

Le rocce Dog Rocks nell’acqua sono nocive per i cani?

Queste rocce non sono altro che delle rocce ignee (o magmatiche) che vengono estratte in Australia. Di rocce magmatiche se ne trovano ovunque nel mondo ma secondo i produttori delle Dog Rocks la velocità di raffreddamento del magma renderebbe le rocce più o meno efficaci per assorbire i nitrati nell’acqua. La buona notizia è che effettivamente, come dichiarato dal produttore, non c’è alcun motivo per cui bere l’acqua filtrata da queste rocce possa essere dannoso per i nostri cani. Anzi, pare che siano stati fatti alcuni studi che dimostrerebbero che dei filtri a base di rocce ignee potrebbero migliorare la qualità dell’acqua potabile urbana.

Le Dog Rocks funzionano davvero? È possibile evitare la bruciatura del prato causata dalla pipì del cane?

In base a tutto quello che abbiamo detto sopra viene piuttosto logico intuire che per quanto queste pietre possano filtrare i nitrati dall’acqua il loro effetto sulle bruciature del prato sarà davvero limitato. I nitrati che vengono assorbiti tramite l’acqua sono poca cosa rispetto a quelli che vengono assorbiti con il cibo e a quelli naturalmente presenti nell’organismo del cane. Inoltre una dieta molto proteica aumenta l’azoto ureico (mineralizzato poi in nitrato sul terreno) ed è impensabile ridurre la quantità di proteine nell’alimentazione dei nostri cani. Per quanto i cani possano essere onnivori e non carnivori stretti (infatti si sono selezionati dal lupo proprio per le loro abitudini alimentari) una dieta ottimale è ad alto contenuto proteico. Se poi alimentiamo i nostri cani con mangimi industriali che usano i nitrati come conservanti l’effetto che può avere la riduzione di nitrati dall’acqua è ancora più ininfluente.

Infine per poter trarre anche il minimo beneficio dai nitrati filtrati dall’acqua il nostro cane dovrebbe bere SEMPRE acqua filtrata. Dovremmo viaggiare con acqua con le rocce dentro e avere delle rocce in ogni ciotola (e per i cani che come i miei amano bere dal bidet come la mettiamo?). Personalmente trovo la cosa improponibile per il minuscolo beneficio che potrebbero trarne le vostre piante.

Conclusioni: come evitare le bruciature di pipì in giardino?

Insomma, se avete soldi che vi avanzano e volete comprare le Dog Rocks possiamo dire che male non fanno. Se però vogliamo parlare di efficacia per il benessere del nostro giardino contro la pipì del cane allora è meglio pensare ad altre soluzioni.

Le soluzioni consigliate sono:

  • Innaffiare abbondantemente l’area in cui il cane ha urinato
  • Utilizzare qualità di prato particolarmente resistenti
  • Limitare le volte in cui il cane fa la pipì in giardino portandolo a fare delle belle passeggiate 2-3 volte al giorno. Questa soluzione non solo farà felice le vostre piante ma soprattutto il vostro cane che durante le passeggiate ha occasione di esplorare, prendere informazioni sul mondo attorno a lui e fare esercizio che è fondamentale per lui e anche per noi.
Summary
Review Date
Reviewed Item
Dog Rocks
Author Rating
11stargraygraygraygray
No Comments

Post A Comment