Lo sviluppo comportamentale del cane adulto - JK9 - Educa il cane
15603
page-template-default,page,page-id-15603,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Lo sviluppo comportamentale del cane adulto

Come abbiamo visto parlando dello sviluppo comportamentale del cucciolo, il comportamento è in continuo cambiamento dal momento del concepimento fino alla morte di un individuo. Tra l’altro, per chi si preoccupa del fatto che adottando un cane adulto poi non potrebbe più insegnargli nulla perchè ormai è grande, è importante ricordare che si impara per tutta la vita!

Fase giovanile

Finito il periodo della socializzazione inizia la fase giovanile che si conclude con la maturità sessuale anche se in questa fase la socializzazione verso gli stimoli ambientali è ancora presente in maniera quasi più efficace rispetto l’inizio della fase di socializzazione.
Questo periodo è però molto critico per quanto riguarda le reazioni di paura perchè si verificano con maggior facilità e a soglie più basse di esposizione a stimoli nuovi come persone estranee o stimoli fisici sconosciuti di tipo ambientale nei confronti dei quali non c’è stata una socializzazione o un’abitudine. Quindi è importante essere molto cauti nell’esporre il cucciolo ai giusti stimoli in maniera il più positiva possibile.
Dal punto di vista comportamentale non ci sono molte differenze rispetto alla fase precedente però assistiamo a un maggior controllo e a comportamenti più strutturati.
Per quanto riguarda la socialità nel cane giovane rispetto al cucciolo possiamo vedere un minor numero di aggressioni, meno comportamenti di tipo agonistico e assistiamo a una stabilizzazione delle relazioni sociali verso partner preferenziali.
L’abbaio è associato in maniera sempre più chiara anche ai comportamenti agonistici e nei confronti dei cani sconosciuti.

Maturità sessuale

La maturità sessuale è determinata dagli steroidi sessuali e arriva in tempi diversi da individuo a individuo soprattutto a seconda del sesso, della taglia e di fattori ambientali, ad ogni modo si verifica tra i 6 e i 12 mesi di età.
In termini di comportamento si manifesta con:
– Interesse verso gli individui dell’altro sesso
– Corteggiamento e monta
– Territorialità e comportamenti agonistici
Alcuni comportamenti indotti dalla maturità sessuale possono manifestarsi anche in seguito nel caso in cui l’azione degli ormoni venga meno (ex: con la sterilizzazione) perchè ormai si sono consolidati per apprendimento.
Questi cambiamenti ormonali e fisici sono un vero e proprio passaggio per il cane e possiamo assistere a delle significative modifiche del carattere: ci troviamo davanti ad un adolescente ed essendoci passati tutti sappiamo bene essere un periodo difficile. Il nostro adorabile cucciolotto improvvisamente potrebbe essere a tratti possessivo, scontroso, aggressivo, indipendente,territoriale …etc..
Un cucciolo perfettamente educato e socializzato potrebbe sembrar “aver dimenticato tutto” così come potrebbe manifestare risposte di paura verso cose conosciute che non aveva mai temuto in precedenza.
Ma non vi preoccupate, è una fase di passaggio che terminerà con la maturità sociale e con la stabilizzazione dei livelli ormonali però va approcciata in maniera corretta adeguando le nostre richieste e aspettative alla situazione e si deve avere molta pazienza.

Maturità sociale

La maturità sociale avviene a un’età che può variare tra i 18 e i 36 mesi ed in questa fase della vita del cane si stabilizzano le competenze sociali. In termini di sviluppo del comportamento non ci sono molti studi specifici per questa fase. Il nostro cucciolo è diventato adulto e se siamo stati bravi fin qui il grosso è fatto, possiamo goderci il viaggio assieme e continure ad impegnarci per conoscere e rispondere al meglio i bisogni del nostro amico a quattro zampe.

Un periodo molto particolare che tratterò a parte è quello dell’invecchiamento.